In dirittura d´arrivo l´approvazione dell´imposta forfettaria per gli imprenditori individuali a partire dal 2021

By | Fiscalità, Previdenza & Sanità

Approvata in Camera dei Deputati la proposta di legge per intrdourre una imposta forfettaria per gli imprenditori individuali (OSVČ) con redditi fino ad 1 milione di corone ceche. Per la definitiva pubblicazione, occorre attendere ancora l´approvazione del Senato e del Presidente della Repubblica, ma pare ormai imminente l´introduzione di tale strumento dal 1.1.2021.

Il provvedimento, in discussione da vari mesi, prevede un´imposta forfettaria di 5.469 corone ceche mensili, che comprende il minimo per la copertura sanitaria (2.396 CZK), un´imposta simbolica di 100 CZK, ed il presto viene destinato alla previdenza sociale (2.973  CZK). L´adesione a questo tipo di tassazione, comporta la presentazione di una sola dichiarazione annua (senza le dichiarazioni riepilogative consuete per sanitá e previdenza) ed il pagamento di tale importo mensile tramite un unico bonifico.

La proposta di legge portata avanti dal Governo e dal Ministro Alena Schillerova ha lo scopo di semplificare l´amministrazione per i piccoli imprenditori.

Il sito del Ministero delle Finanze presente una semplice tabellina per calcolare la convenienza ad aderire a tale sistema. Non é in effetti del tutto scontato che convenga a priori.

https://www.mfcr.cz/cs/aktualne/tiskove-zpravy/2020/spocitejte-si-zda-se-vam-vyplati-pausaln-39714

 

 

Repubblica Ceca in lock down dal 22.10 almeno fino al 3.11 – prime informazioni di base

By | Uncategorized

Il Governo ceco ha reso noto oggi il nuovo provvedimento di lock down delle attivitá commerciali e dei servizi, ad eccezione delle attivitá ritenute strettamente necessarie (alimentari, casalinghi, ottici, farmacie,…).

Tale provvedimento entra in vigore dalla giornata di domani, 22 ottobre e resterá in vigore almeno fino al 3.11 p.v.

Viene anche limitato il movimento personale. Sarà possibile il tragitto per recarsi al lavoro, visite famigliari e mediche.

Il Governo ha anche dichiarato durante la conferenza stampa odierna che il programma antivirus sarà attivato  per gli esercizi chiusi per ordine governativo ma che la percentuale la compensazione del salario lordo al datore di lavoro verrà aumentata al 100% (fino ad oggi è massimo dell’80%) e che verrà riattivato il programma Covid nájemne, supporto per i costi di locazione, con modalità similari al primo programma della scorsa primavera.

BS&P ha festeggiato i primi 10 anni! BS&P oslavilo prvních 10 let!

By | Uncategorized

Silvia Baccarini

 

Per l´occasione la Camera di Commercio Italo Ceca ci ha dedicato uno splendido articolo presentato dalla nostra collega e membrdo del c.d.a. dr.ssa Silvia Baccarini.

La versione in italiano sul seguente link

Silvia, laureata presso la prestigiosa Bocconi di Milano, segue quotidianamente vari key clients di BS&P. Oltre ad essere un´ottima professionista, é mamma di due splendidi bambini.

 

Pro tuto událost, Česko Italská Obchodní Komora nám věnovala článek který představila naše kolegyně a člen představenstva dr.ssa Silvia Baccarini.

česká verze na tento link

Silvia, absolventka prestižní univerzity Bocconi v Miláně, denně sleduje různé klíčové klienty BS&P. Kromě toho, že je vynikající profesionálkou, je matkou dvou krásných dětí.

 

COVID nájemné – supporto alle locazioni da parte del Governo Ceco

By | Uncategorized

Nel corso di questa settimana, é stato approvato da parte della commissione EU, il piano di supporto alle locazioni commerciali che prevede il Governo Ceco.

Il programma prevede un supporto statale per gli affitti pari al 50% della locazione, a condizione che il proprietario conceda il 30% di sconto ed il tennent paghi il 20%. Importo massimo per contribuente: 10 milioni di CZK e riguarda i mesi di aprile, maggio e giugno.

Viene esclusa la cumulabilitá di questa forma di supporto, con altre tipologie di sovvenzione.

Per ulteriori dettagli vi invitiamo a contattarci.

 

Il tema delle locazioni ed il sotegno governativo – aggiornamento del 20.5.2020

By | Uncategorized

Condizioni legate al sostegno statale per le locazioni, ricordando che non è ancora stata emanata la normativa, per cui si tratta delle prime indiscrezioni che i media stanno pubblicando (in ogni caso, il Governo ha approvato questa tipologia di sostegno, tuttavia vi è un iter approvativo da seguire):

 

Principali condizioni per poter accedere a questa forma di sostegno secondo le prime informazioni disponibili:

 

  • Il contratto di locazione deve essere antecedente il 12.3.2020
  • Il sostegno dovrebbe coprire il periodo da aprile a giugno 2020, a condizione che inquilino e proprietà si accordino per uno sconto del 30% sulla locazione, e che questi paghi il 20% in maniera autonoma, lo Stato dovrebbe coprire il 50%.
  • Occorre dimostrare di aver pagato regolarmente le locazioni di gennaio e febbraio.
  • Occorre dimostrare di aver versato l´ammontare dell´IVA del 70% della locazione dal 1. aprile fino alla presentazione della richiesta, alcune fonti riportano che deve essere pagato anche il 50% delle locazioni.
  • Il contributo massimo è pari a 10 milioni di CZK
  • Per gli inquilini che pagano la locazione allo Stato o ad organi della pubblica Amministrazione, lo Stato dovrebbe abbuonare l´80% della locazione.
  • Occorre presentare l´allegato al contratto di locazione dove si stabilisce lo sconto del 30%
  • Riguarda anche i contratti di locazione, per le attività danneggiate dai provvedimenti legati allo stato di emergenza.
  • Sono comprese anche le attività che hanno effettuato la vendita c.d. take away o via eshop
  • Non può riguardare contratti conclusi tra soggetti collegati sia in termini di proprietà, che in termini di organi statutari.
  • Le richieste si presenteranno al Ministero dell´Industria e del commercio

 

Di seguito alcune precisazioni/integrazioni pubblicate il giorno 20.5.2020 sul portale IDNES.CZ

 

https://www.idnes.cz/ekonomika/domaci/najem-covid-prispevek-podpora-ministerstvo-prumyslu.A200519_205457_ekonomika_mato

 

Il Governo considera che le richieste potrebbero arrivare da circa 150-200 mila attività imprenditoriali, con un tetto massimo di 5 miliardi di corone ceche.

 

Non rientrerebbe tra le attività sostenute l´AIRBNB ossia la locazione per successiva sublocazione, mentre vi rientrano i servizi di soggiorno degli hotel. Sono esclusi i soggetti collegati e gli inquilini che hanno ritardo nel pagamento delle locazioni.

 

Sono esclusi i negozi di alimentari, drogheria, farmacia e benzinai.

L´articolo si sofferma sul fatto che sono esclusi dal provvedimenti gli inquilini morosi già prima dell´entrata nella situazione di emergenza, così come specifica che il richiedente dovrà versare la locazione da aprile a giugno da fondi propri, e riceverà la dotazione solo successivamente. Infatti occorrerà presentare i documenti comprovanti il pagamento di almeno il 50% delle locazioni per i mesi in questione e il versamento dell´IVA relativo al 70% della locazione. In pratica lo Stato vuole avere la certezza garanzia per evitare di non incassare l´IVA.

 

Si attende che tale programma verrà avviato nella prima metà del mese di giugno, in quanto occorre il placet della commissione europea che deve approvare il contributo pubblico al settore privato.

 

Riapertura delle attivitá in Repubblica Ceca

By | Uncategorized

Nella giornata di ieri, 14.4.2020, il Governo ceco ha pianificato la riapertura delle attivitá, fermo restando che tali termini potrebbero slittare in funzione dell´evolversi dell´emergenza COVID.

Questa la tabellina pubblicata e gentilmente pubblicata tradotta dalla Camera di Commercio Italo Ceca (https://www.camic.cz/it/news/imprese-e-imprenditori/):

CONTRIBUTO a FAVORE DEGLI IMPRENDITORI INIDIVIDUALI (OSVČ) 25.000 CZK

By | Uncategorized

Come comunicato dai media, è già attivo il contributo a fondo perduto rilasciato dal Ministero delle Finanze a favore degli imprenditori individuali danneggiati dalla situazione creata dall’emergenza Covid.

Il Ministero delle Finanze quantifica in circa 700 mila imprenditori individuali che potrebbero ricorrere a questo sussidio, per un importo complessivo di 17,5 miliardi di corone ceche.

Dal portale del Ministero delle Finanze è possibile già procedere a presentare le domande

https://www.daneelektronicky.cz/cs/aktualni-informace-z-dp/2020/Zadost-Interaktivni-PDF-4687

attraverso un formulario in pdf compilabile on line.

Si tratta di 500 corone ceche al giorno, che coprono il periodo dal 12/3 al 30/4/2020. Al momento, non é chiaro se questo contributo sarà esteso anche al mese di maggio.

Questo supporto, si aggiunge alla sospensione dei contributi previdenziali e sanitari (con copertura dei contributi minimi di legge).

Il contributo non rientrerà nei ricavi tassabili per il 2020 e nemmeno porterà a modificare gli sconti d´imposta previsti per i contribuenti.

Particolare attenzione deve essere dedicata ai lavoratori stagionali, per chiarire se rientrano in questa manovra. In generale vale la condizione che la licenza imprenditoriale deve essere attiva al 12.3.2020.

Il diritto a tale compenso non spetta in caso di attività imprenditoriale individuale contemporanea ad attività di dipendente dove vengono versati i contributi previdenziali e sanitari (dunque sia per i dipendenti, che per gli amministratori).

In sede di compilazione della richiesta occorre indicare:

  1. Il numero di conto corrente e l’istituto di credito dove inviare i fondi (naturalmente deve essere del contribuente)
  2. I contatti telefonici ed e-mail dove la persona sia reperibile.
  3. La data di nascita, l’IČO ed il codice fiscale.

Modalità alternative di invio della domanda in PDF:

  • Tramite la datová schránka se posseduta dal soggetto
  • Tramite email con allegato il pdf sottoscritto dal contribuente
  • Tramite posta inviata all´indirizzo locale dell´agenzia delle entrate
  • Tramite presentazione presso gli sportelli del fisco.

Vi invitiamo a tal fine a collaborare per consentire la presentazione corretta delle domande per Vostro conto.

Aggiornato al 14.4.2020

 

BS&P Czech Republic a.s.

Aggiornamento – alcuni provvedimenti approvati in questi giorni dalla Camera dei Deputati

By | Uncategorized

Alcuni provvedimenti approvati dalla Camera dei Deputati (non ancora Legge in quanto soggetti ad approvazione del Senato e pubblicazione)
1. Affitti residenziali – impossibilitá di dare la disdetta ai contratti di locazione per affitti non pagati nel periodo di emergenza, gli inquilini avranno tempo fino a fine anno per saldare i debiti accumulati.
2. Allungamento del periodo di emergenza nazionale fino al 30/4
3. Modifiche temporanee allevianti alla normativa riguardante i casi di insolvenza e nelle esecuzioni forzate nel periodo di emergenza nazionale

Supporto agli imprenditori individuali (OSVČ) e moratoria bancaria/aggiornamento

By | Uncategorized

Nella giornata di ieri 7.4.2020, la Camera dei deputati ha approvato il supporto agl imprenditori individuali (OSVČ) nella misura di 25.000 CZK per il periodo dal 12/3 a fine aprile. Sono state semplificate anche le regole per ottenere tale sussidio.
Sempre nella giornata di ieri, la Camera dei deputati ha approvato la proposta di legge per la moratoria bancaria discussa dal Governo nei giorni scorsi.
Entrambi i provvedimenti richiedono ora l´approvazione da parte del Senato e la pubblicazione, previa sottoscrizione del Presidente della Repubblica Ceca, attesi nei prossimi giorni.

Il Governo ha approvato la moratoria sui finanziamenti, mutui ipotecari e prestiti al consumo

By | Uncategorized

In data 1.4.2020 il Governo Ceco ha approvato la proposta di moratoria sui finanziamenti, mutui ipotecari e prestiti al consumo.

Tale normativa, soggetta ad approvazione del Parlamento e pubblicazione, riguarderá tutte le istituzioni bancarie e non bancarie.

Sostanzialmente, sulla base di una semplice richiesta motivata dalla situazione di emergenza legata al COVID, sará possibile domandare una moratoria da 3 a 6 mesi, per i finanziamenti in essere, che le banche/istituzioni finanziarie approvano senza particolari formalitá, e senza spese aggiuntive. Questa moratoria, non implicherá iscrizione nel registro dei debitori.

Vediamo nello specifico quali sono i finanziamenti interessati a questo provvedimento, e quali tipologie di finanziamenti sono invece esclusi:

– Requisito essenziale: si deve trattare di finanziamenti esistenti prima del 26.3.2020 (interessa i mutui ipotecari erogati anche successivamente, tuttavia aventi data di sottoscrizione antecedente).

– Per i finanziamenti relativi a persone giuridiche, la moratoria interessa solo le quote capitali (dunque gli interessi andranno pagati), mentre per gli altri soggetti, la moratoria interesserá sia le quote capitali che gli interessi.

– Sono esclusi finanziamenti legati a carte di credito, fidi cassa, e finanziamenti c.d. revolving. Sono esclusi anche i leasing operativi ed i finanziamenti legati ad operazioni sui mercati finanziari.

– Sono esclusi dal provvedimento i finanziamenti che al 26.3.2020 erano in ritardo nei pagamenti per oltre 30 giorni.

– Nell´ambito dei prestiti al consumo, sono stati introdotti limiti agli interessi praticabili (Tasso Repo + 8% = attualmente circa il 9%), e limiti alle sanzioni applicabili anche in caso di ritardati pagamenti protratti.

(nei prossimi giorni, a provvedimento formalmente approvato, saranno disponibili ulteriori dettagli)